Olio extravergine di oliva: come assicurarsi della sua qualità

olio extravergine

Si fa sempre un gran parlare dell’olio extravergine d’oliva e di quelle che sono le sue componenti benefiche per il nostro organismo. In particolare, in tempi recenti, esperti e studiosi, hanno identificato nell’olio d’oliva, uno degli alimenti da tavola che più corrispondono a quello di cui il nostro organismo necessita per star bene.

In maniera piuttosto trasversale e indiscriminata, fatta qualche piccola eccezione, l’olio d’oliva fa bene agli adulti così come ai bambini, ed è per questo motivo che spesso è uno dei componenti principali della nostra dieta. In particolare per le popolazioni del mediterraneo, questo prodotto rappresenta tradizione, innovazione e continuità. In tempi recenti, però, si è anche parlato di un boom preoccupante, ovvero il proliferare di aziende che avrebbero contraffatto l’olio d’oliva spacciandolo per extravergine.

Per fortuna la decisione dell’antitrust dell’8 giugno 2016 di sanzionare i campioni di olio che non corrispondevano alla categoria di olio extra vergine d’oliva dichiarata in etichetta trattandosi, invece, di olio vergine di oliva, ha creato un importante precedente. Questo va sicuramente a beneficio dei consumatori, e al contempo tutela e garantisce a quelle aziende che lavorano in maniera seria e trasparente di poter avere una fetta più ampia di mercato. Per il momento una di queste società, ossia la spagnola Deoleo è stata condannata a pagare una multa di 300 mila euro per aver venduto bottiglie di olio extravergine attraverso le marche Bertolli, Gentile, Sasso e Carapelli.

Quello che stiamo sostenendo, ormai da tempo, e puntare su un prodotto di tipo top, possibilmente biologico, che non fa parte della filiera di grande distribuzione dei supermercati. Il prezzo, a ben vedere si differenzia davvero di poco, ma quello che più è importante è dato dalla qualità e dalla garanzia del prodotto. Del resto questo della Deoleo non è il primo caso di contraffazione e di comportamento scorretto. In molti ricorderanno sicuramente i casi del 2015, dove un test aveva evidenziato alcune anomalie organolettiche su diverse marche di olio. Questo è sicuramente un incentivo a prestare maggiore attenzione a quello che acquistiamo e che mettiamo in tavola quotidianamente.

Come dicevamo sopra, l’olio extravergine di oliva è un alimento irrinunciabile per la nostra dieta, e che ha degli ottimi principi benefici per il nostro organismo. Non bisogna però dimenticare che è importante la qualità e la garanzia del prodotto, che deve essere di origine protetta, controllata e certificata. Quello che davvero dà sicurezza è che i controlli oggi vengono effettuati con maggiore scrupolosità, rispetto agli anni precedenti. L’invito per i consumatori però è quello di fare una scelta non basata sul risparmio, ma sulla ricerca del prodotto di qualità, attraverso marchi di certificazione e di garanzia che possono fare da carta di identità dell’olio d’oliva di qualità.

Ci sono al momento diversi comitati di qualità che servono per verificare al meglio la provenienza e la qualità della materia prima. Questo comitato ogni mese si riunisce “con lo specifico obiettivo di individuare ed implementare sia le azioni dirette al raggiungimento e mantenimento dei livelli di qualità stabiliti dalla società sia le eventuali e necessarie azioni correttive“. Bisogna affermare che i controlli stanno migliorando, e questo tende a tutelare nello stesso tempo il produttore come il consumatore. La linea base da seguire è quella di accertarsi che il prodotto che state acquistando abbia davvero le caratteristiche organolettiche che sono certificate sulla confezione. L’invito è quello di prestare attenzione a tutto quello che risulta scritto sulla confezione e che certifica l’autenticità del prodotto che sta acquistando. L’olio extravergine d’oliva di qualità deve rispondere a delle caratteristiche standard di qualità. L’invito è di fare sempre molta attenzione a quello che stata acquistando e consumando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.